MICHELE PIACENTINI UN IMPEGNO PER LA CULTURA E IL SOCIALE

NOTIZIE

  • Cultura: dalla crisi alle Oasi Verdi

    “Cari” governanti e “cari” politici, la cultura è uno dei rarissimi beni attivi che abbiamo nel nostro paese che, se solo foste capaci di incentivarla, potrebbe rappresentare la più grande ricchezza economica dell’Italia in grado di attirare milioni di turisti che ogni anno vorrebbero venire a vederla e a conoscerla.

    Però i casi come Pompei (gestita dagli “interessi locali organizzati”), Colosseo (la cui diatriba sulla proprietà del marchio [?!?] ne sta compromettendo la gestione e la manutenzione), Grotta del Gladiatore (recentemente scoperta nelle vicinanze di Roma e riseppellita per mancanza di fondi… con il rischio degli assalti da parte dei “tombaroli”) e tantissimi altri casi del genere stanno purtroppo rendendo questi luoghi delle antiche oasi verdi… dove, però, per “Oasi Verde” c’è da intendere il moderno significato di centro di raccolta dell’immondizia!

    Come rispondono gli Assessorati alla Cultura di alcune amministrazioni locali? In molti casi assegnando Patrocini a cani e porci che organizzano “eventi culturali” e gestendo i pochissimi fondi economici solo per le manifestazioni di diretto interesse degli Assessori stessi.

    Personalmente, tra aprile e giugno del 2012, ho organizzato alcuni eventi in varie parti d’Italia per i quali ho avuto l’onore di ricevere diversi Patrocini gratuiti. Ma, un po’ disturbato dal disinteresse sostanziale delle istituzioni e un po’ perchè gli sforzi per realizzarli sono stati tutti a mio carico, ho preferito non inserire i loghi dei vari enti pubblici in nessuno dei manifesti pubblicitari dei miei eventi.

    Ma il colmo è stato raggiunto da un Assessore della Regione Lazio (prima della caduta di Renata Polverini e di tutto il centro-destra che occupava la Regione) che aveva espressamente richiesto che venisse inserita, sotto il logo (concesso a titolo gratuito) della Regione Lazio, la dicitura “Assessorato alla Cultura e alle Politiche Giovanili”. Ovviamente, con un po’ di dispiacere per il sano valore che vorrei attribuire alle istituzioni, ho categoricamente escluso la Regione Lazio ed il suo assessorato alle Politiche Giovanili dai loghi che ho inserito nel manifesto pubblicitario! Per cronaca, tutti gli eventi che ho organizzato fortunatamente hanno avuto ampio risalto nei vari quotidiani e nei vari telegiornali italiani.

    Altro caso paradossale è quello della “3^ Mostra del Cinema di Subiaco – Memorial Tullio Piacentini” che, dopo aver ricevuto due Premi del Presidente della Repubblica nelle due precedenti edizioni, è stato letteralmente snobbato dall’intera amministrazione comunale di Subiaco (Roma) senza fornire nemmeno una spiegazione… non tanto al sottoscritto ma quantomeno all’auspicio che il Quirinale aveva indicato sia nel 2010 che nel 2011 facendo giungere due medaglie Premio Presidente della Repubblica. Ovviamente, con rammarico per la sensazione di strumentalizzazione che ho subito, ho categoricamente proibito l’utilizzazione di tutto il materiale relativo alla Mostra in questione.

    “Cari” politici e “cari” governanti, credo che la Cultura debba essere sempre difesa il più possibile… ma spesso anche da voi stessi e dai vostri subdoli interessi personali!

    1 Comment

One Response to “Cultura: dalla crisi alle Oasi Verdi”

  1. [...] – Articolo sulla crisi della cultura: http://www.michelepiacentini.com/cultura-dalla-crisi-alle-oasi-verdi/ – Mostre relative alla Cine-Musica: http://www.lesartistes.it/site/index.php/archivio-mostre [...]

Leave a Reply