MICHELE PIACENTINI UN IMPEGNO PER LA CULTURA E IL SOCIALE

NOTIZIE

  • Indomabile barbone per la Polizia

    Urla, grida, rumori molesti e sirene di auto della Polizia hanno turbato il quasi silenzio di una strada del centro di Roma in un afoso pomeriggio estivo. Dalla finestra sento voci a me familiari e decido di scendere in strada per dare un eventuale aiuto… in non so cosa stesse accadendo.

    Un barbone, con evidenti segni di instabilità aggravati dal gran caldo, stava “dando di matto” contro l’Hotel San Remo ed il giovane portiere che cercava di tutelare la sua clientela ed il suo lavoro. Chissà per quale suo meccanismo psico-cerebrale, il povero disagiato aveva deciso di scaraventare all’interno della hall dell’hotel i cumuli di immondizia depositati dalle varie attività commerciali sull’antistante marciapiede. Non contento, aveva alzato in aria anche il grande e pesante posacenere cilindrico posto all’ingresso dell’hotel per lanciarlo nella hall.

    In breve sopraggiungono altre due auto della Polizia di Stato e un autoambulanza. Poi, dopo due ore circa, arriva anche un’auto della Polizia Roma Capitale. Tutti, condomini e turisti, aspettiamo un’altra ora e mezza circa l’arrivo di un medico che dovrebbe firmare l’autorizzazione al ricovero coatto del povero barbone.

    Il disagiato, sotto gli occhi di tutti, continua ad aggredire gli uomini in divisa, a battere la testa al muro, a colpirsi violentemente in petto e a prendere a calci e a pugni le auto parcheggiate lì vicino… Eppure, l’abbronzato e sorridente medico in bermuda da spiaggia, dopo una brevissima consultazione lontana dagli occhi indiscreti dei passanti, decide che il soggetto non è da ricovero! A nulla valgono le vivaci proteste dei cittadini che lo accusano di incapacità professionale visto che il barbone continua con le sue aggressioni mentre lui firma un foglio con cui non autorizza il ricovero.

    A nulla valgono le proteste del sottoscritto, che nel frattempo filma l’accaduto, a chiedere agli uomini in divisa di far si che il disagiato sia veramente aiutato e recuperato sotto il profilo della salute! Tre ore e mezza inutilmente trascorse con quattro auto della Polizia, un’autoambulanza ed un medico che hanno lasciato a se stesso ed in mezzo alla strada un povero barbone… che probabilmente, semmai l’avessero trasportato in un Pronto Soccorso, lo “avrebbero rilasciato quasi immediatamente e senza cure”.

    1 Comment

One Response to “Indomabile barbone per la Polizia”

  1. Michele said on

    E’ stato un successo l’impegno di occuparmi del disagiato “barbone” che finalmente è stato ricoverato e poi assistito, anche se per pochi giorni. Non pernotta e non staziona più nelle strade che aveva preso come abitazione e spero vivamente che le istituzioni sanitarie continuino a sorvegliare (ragione per la quale esistono) su di lui e sulle persone che hanno necessità di assistenza.

Leave a Reply