MICHELE PIACENTINI UN IMPEGNO PER LA CULTURA E IL SOCIALE

NOTIZIE

  • Le differenze delle buone volontà

    A volte capitano alcuni eventi eccezionali che oggettivamente frenano le nostre attività ed i nostri impegni quotidiani e spesso, in Italia, ci consoliamo quando i media ci supportano nell’atteggiamento di impotenza di fronte a certi eventi. La recente “disastrosa” innevata, per esempio, è una dimostrazione di come siano state capaci a reagire alcune nostre istituzioni: inutili polemiche televisive tra il Sindaco di Roma e la Protezione Civile per colpa di pochi centimetri di neve, ampiamente preannunciati dalle tv di tutto il mondo, che hanno paralizzato il cuore dell’Urbe.Abbandonando i tg italiani per guardare quelli stranieri (anche attraverso internet), ci rendiamo conto di come sia completamente diversa la realtà e di come le istituzioni dei paesi civili riescano a fronteggiare bene i veri eventi eccezionali.

    A volte non è nemmeno necessario andare all’estero per capire queste differenze: l’ufficio postale di Seriate (nella provincia di Bergamo), altro esempio, con la buona volontà degli impiegati riesce a smaltire una gran mole di lavoro evitando estenuanti code ai clienti, mentre l’ufficio postale Terme di Diocleziano di Roma (nella centralissima Piazza della Repubblica, dotato di un esercito di impiegati ed affiancato da altri tre uffici postali nel raggio di 200 metri) riesce a creare file chilometriche di utenti che troppo spesso superano l’ora di attesa… con alcuni impiegati che occupano gli sportelli apparentemente attivi per lunghe conversazioni al cellulare o per altri interessi personali rallentando così il lavoro dei loro volenterosi colleghi di sportello (come da video documentazione esistente).

    A Roma la gente ha iniziato a pensare alla cacciata del Sindaco Alemanno ed io aggiungerei l’ipotesi di cacciar via anche quegli impiegati (dei vari uffici pubblici) che si fanno beffa dei miracolosi stipendi che percepiscono e che denigrano il rispetto che devono alla collettività, all’utenza e ai cittadini romani!

    No Comments

Leave a Reply